Orticolario 2014 – Visioni olfattive

“Il giardino è un viaggio… Da preparare, da vivere, da godere intensamente, passo dopo passo… Per scoprire nuove emozioni e riappropriarsi del proprio tempo. Per questo Orticolario va vissuto in tutta la sua intensità, prendendosi il tempo per farsi sorprendere dalla bellezza e dall’eleganza offerte da questa esperienza unica, ospitata nel luogo tanto amato da Luchino Visconti, Villa Erba. Per chi è aperto alle suggestioni, Orticolario è l’occasione per evolvere le proprie conoscenze sul giardinaggio inteso come attività ma soprattutto come esperienza dei sensi” (Moritz Mantero).

Orticolario torna con la sesta edizione che si terrà a Villa Erba a Cernobbio, sul Lago di Como, dal 3 al 5 ottobre. Filo conduttore, l’olfatto, declinato in tutte le sue sfumature: Annusare Sentire Odorare Percepire.
Orticolario farà vivere ai visitatori un viaggio nella percezione di aromi e fragranze nell’aria e tra le essenze, nell’evocazione di atmosfere, momenti e ricordi che prenderanno corpo liberando il più antico e primordiale tra i sensi.

A caratterizzare ulteriormente la sesta edizione, il fiore protagonista: l’Aster, la “stella” da giardino. Il genere, costituito da più di 250 specie, si trova allo stato spontaneo in tre continenti, dall’Eurasia al Nord America, vantando origini che risalgono ad almeno 4.000 anni fa. Da un punto di vista simbolico, l’Aster evoca luce, amore, delicatezza, contentezza e imprevedibilità, ma anche insicurezza nel rapporto d’amore. Per i cinesi significa fedeltà.
Nei tempi antichi si credeva che il profumo delle foglie ardenti degli astri allontanasse i serpenti maligni. Questa è forse la ragione della presenza dell’Aster in tanti giardini.
Un altro significato riguarda la loro nascita avvenuta quando la dea greca Astrea, guardando la terra e disgustata dal degrado morale del genere umano, pianse; quindi sono considerati come simbolo d’amore con poteri mistici.
Gli astri sono stati anche posti sulle tombe dei soldati francesi a significare che gli eventi avrebbero potuto svolgersi diversamente.

Entrando nel vivo della manifestazione, nel cuore del Padiglione Centrale di Villa Erba verrà allestito “Empathy Garden”, a cura di Federico Giacomarra, evoluzione del progetto St Horto esposto al MoMA di New York e vincitore di diversi premi: orti/giardini come momento di pausa ed espressione creativa, che attraverso la tecnologia e la musica possono creare un’atmosfera di rinnovamento all’interno del paesaggio urbano.

Intorno a “Empathy Garden” l’abbraccio dell’avvolgente Pergolato circolare a cura di Orticolario, sviluppato e realizzato da Rattiflora, che inviterà verso il centro del Padiglione attraverso un percorso sensoriale tra colori e profumi. Importanti esemplari di Liquidambar styraciflua.

Speciale attrazione di questa edizione saranno i 13 Giardini creativi selezionati attraverso un concorso internazionale, promosso da Orticolario in collaborazione con A.I.A.P.P. e con la media partnership dell’Editore Paysage, armoniosamente inseriti nel Parco di Villa Erba. Si tratterà di spazi originali, vivibili e fruibili, nei quali saranno collocate anche sedute “meditative”.

E poi, installazioni che, a vario titolo, animeranno Cernobbio e il parco di Villa Erba in una visione concertata di raffinatezza, eleganza e senso del bello.

 

Orticolario 2014

Villa Erba, Cernobbio

Dal 3 al 5 ottobre

www.orticolario.it

 

Anita Pezzotta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...