“Violetta in città”. “La traviata” diffusa a Milano

La prima della Scala, evento mondano per antonomasia del capoluogo lombardo, è ormai alle porte in quel 7 dicembre che per Milano significa anche Sant’Ambrogio, ossia la festa del patrono. Per rendere omaggio a un simile appuntamento nonché al bicentenario della nascita di Giuseppe Verdi, la città ha programmato una serie di iniziative che culmineranno nella première scaligera che vede protagonista “La Traviata” quale apertura della 235esima stagione con la direzione di Daniele Gatti e la regia e le scene di Dmitri Tcherniakov. Dal 1° dicembre, infatti, Milano si è animata del progetto “Violetta in città”, promosso dal Comune di Milano ed Edison e volto a promuovere la storia e le note dell’opera verdiana. Un Prima lungo sette giorni; un programma di eventi che rappresenta un modo per condividere con tutta la città un appuntamento atteso non solo dai milanesi, ma dagli appassionati di tutto il mondo che ogni anno il 7 dicembre puntano gli occhi su Milano e sul Teatro alla Scala per partecipare a un grande spettacolo di note, parole, immagini e voci. Un’edizione dedicata in particolare alle donne, in onore della figura di Violetta, complessa e tragica insieme, e alla cittadinanza internazionale di Milano, rappresentata dal Forum della Città Mondo, che si avvicinerà alla tradizione culturale milanese, facendola sempre più propria.

Le note de “La Traviata” e di altre celebri opere verdiane – quali Rigoletto, Il Trovatore, Aida – sono diffuse in Galleria Vittorio Emanuele II, nei mezzanini ATM delle stazioni di Duomo, Garibaldi, Loreto, Cadorna, Centrale e nei parcheggi dell’aeroporto di Linate. Ma non solo….le arie e le romanze si propagano anche grazie ai bici-generatori di Edison distribuiti in giro per la città (via Dante, via Marconi, piazza Oberdan, piazza Sant’Eustorgio, piazza San Fedele, piazza XXIV Maggio).

 

Le dirette

La sera della Prima, “La traviata” sarà trasmessa in diretta col Teatro alla Scala nei seguenti cinema, teatri e spazi culturali milanesi: Cinema Apollo, Galleria de Cristoforis 3; Cinema Beltrade, via Oxilia 10; Cinema Gloria, corso Vercelli, 18; Cinema Mexico, via Savona 57; Cinema Palestrina, via Palestrina 7; Cinema Rosetum, via Pisanello 1; UCI Cinemas Bicocca, viale Sarca 336. Il pubblico potrà partecipare gratuitamente alle proiezioni nei cinema, previo ritiro dei coupon, che dovranno essere convertiti in biglietti presso i cinema selezionati.
Le modalità e i luoghi indicati per il ritiro, saranno comunicati a breve sul sito del Comune di Milano e chiamando infoline 02 02 02.

Altre dirette presso il Teatro Dal Verme (manifestazione a ingresso gratuito previo ritiro obbligatorio del biglietto presso le casse del Teatro; WOW Spazio Fumetto (Viale Campania 12 – prenotazione obbligatoria  allo 02 49524744 o alla mail: info@museowow.it); MIC Museo Interattivo del Cinema (Viale Fulvio Testi 121 – tel. 02 87242114 ); Auditorium Gaber a Palazzo Pirelli. Queste le modalità: si prenota sul sito del Consiglio su FB e twitter conpilando un modulo on-line.

Terminata  la compilazione al richiedente verrà inviata una e-mail che rappresenta la conferma della prenotazione, contenente il codice di prenotazione  e costituisce titolo  per l’ingresso da presentare alla reception dell’auditorium con documento di riconoscimento come richiesto nel modulo.

Presso l’Ottagono della Galleria Vittorio Emanuele II sarà installato anche quest’anno un maxi schermo per la proiezione in diretta della Prima.

 

A corollario, molte sono le mostre, gli incontri, gli omaggi, le proiezioni e i concerti dedicati al genio di Verdi, alla sua opera e alla figura di Violetta, “la traviata” appunto, ispirata alla pièce teatrale di Alexandre Dumas figlio, “La signora delle camelie”.

Le mostre

A Palazzo Moriggia – Museo del Risorgimento, in via Borgonuovo 23, fino al 9 dicembre sarà visitabile con ingresso libero “L’Impresa Opera – Verdi. Boito. Ricordi“, mostra-evento realizzata in collaborazione con l’Archivio Storico Ricordi, che indaga le relazioni professionali e personali che legavano Verdi a due personalità-chiave del panorama culturale del tempo: il librettista Arrigo Boito e Giulio Ricordi, editore di Verdi e principale artefice del suo successo su scala internazionale.

Mentre a Palazzo Morando – Costume Moda Immagine, in via S. Andrea 6, la figura femminile – la “donna mobile” – è la protagonista delle installazioni video-sonore realizzate dall’architetto e scenografo Peter Bottazzi per il Cortile d’onore e gli spazi museali al primo piano del Palazzo. La mostra è aperta fino al 26 gennaio 2014, con ingresso libero.

Al Castello Sforzesco, presso il Museo degli Strumenti Musicali, “Tracce di Verdi a Milano” propone ai visitatori il pianoforte verticale che Verdi utilizzava durante il suo soggiorno all’Hotel et De Milan, oltre a ritratti dell’Archivio Fotografico del Castello Sforzesco, stampe, frontespizi, pagine dell’Illustrazione Italiana, manifesti della Raccolta di Stampe Achille Bertarelli, e anche lettere, partiture, scritti autografi del Maestro messi a disposizione dallo Storico Archivio Ricordi. Fino al 28 gennaio 2014, con ingresso libero.

Dal 5 dicembre apre alla GAM in via Palestro la mostra “Giuseppe Verdi e le arti“, che indaga i rapporti di amicizia di Verdi con alcuni esponenti del mondo artistico, come Domenico Morelli, Francesco Hayez, Vincenzo Gemito e Giovanni Boldini. Le opere si alternano, in un percorso articolato attraverso le sale monumentali del primo piano della Villa Reale, alle collezioni della GAM, che conservano testimonianze significative degli ambienti letterari e musicali della Milano ottocentesca e degli artisti legati a Verdi.

Presso WOW Spazio Fumetto, in viale Campania 12, la mostra “Sempre Verdi!” racconta infine il mito di Giuseppe Verdi così come lo hanno celebrato il fumetto, il cinema, la satira e l’illustrazione in oltre cento anni: dalle parodie pubblicate su Topolino alle eleganti figurine Liebig, dai tratti dei grandi cartellonisti del cinema italiano alle vignette a lui contemporanee fino alle riduzioni delle sue opere a fumetti. La mostra resterà aperta fino al 5 gennaio 2014.

 

Gli incontri

Pensieri intorno a Violetta” è il titolo del ciclo di incontri che si svolgono presso la Sala Azionisti Edison, in Foro Bonaparte 31, e propongono riflessioni intorno al personaggio di Violetta Valery, da Alexandre Dumas a Giuseppe Verdi. Tre serate in compagnia di tre donne speciali: 
- il 2 dicembre 2013, ore 18, Lorella Zanardo ha conversato con l’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno 
- Il 4 dicembre 2013, ore 18, Lella Costa conversa con Gaia Varon 
- il 6 dicembre 2013, ore 18, Tiziana Fabbricini conversa con Gaia Varon

Il 2 dicembre, alle ore 19, presso il Teatro Leonardo da Vinci, è andato in scena lo speciale incontro tra l’Assessore alla Cultura Filippo Del Corno e il Sovrintendente della Scala Stéphane Lissner: un dialogo a tutto campo tra Milano e Parigi sulla genesi de “La traviata” e un’occasione per tracciare un bilancio dell’esperienza da Sovrintendente in Scala verso il nuovo incarico parigino.

 

I concerti

La COF (Civica Orchestra di Fiati) proporrà due concerti in diverse zone della città: a Gratosoglio, presso il C.A.M. Centro di Aggregazione Multifunzionale di via Saponaro 30, il 6 dicembre alle ore 21, con un programma di preludi, ballabili e sinfonie d’opera; in zona 8 a Villa Scheibler, in via Felice Orsini 12, il 7 dicembre alle ore 11.30, in programma marce di Verdi, Wagner e Strauss.

 

Il cinema

Presso il MIC Museo Interattivo del Cinema, in viale Fulvio Testi 121, due appuntamenti eccezionali si son tenuti il 1 dicembre. Prima sono stati proiettati preziosi filmati dell’800 dedicati a Milano, conservati dalla Cineteca Italiana, e il rarissimo filmato dei funerali di Giuseppe Verdi girato da Italo Pacchioni, che mostrano immagini uniche della città di fine Ottocento; a seguire, invece, è stata la volta  del “Bacio di Tosca“, film del 1984 in edizione restaurata, per la regia di Daniel Schmided , in cui alcuni cantanti lirici, tra cui il soprano Sara Scudieri, hanno ricordato il loro passato, raccontando e reinterpretando i ruoli che li resero famosi.

 

Viaggio nei luoghi verdiani

Il 6 dicembre, alle ore 13, sarà presentato nella Suite Verdi del Grand Hotel et de Milan il progetto “Verdi e Milano“, una app per iPhone e iPad che guida milanesi e turisti nei luoghi legati a Giuseppe Verdi, scaricabile presso le mostre verdiane di Palazzo Morando e Palazzo Moriggia.

Un appuntamento speciale sarà dedicato nella giornata del 7 dicembre al Forum della Città Mondo che, accompagnato dall’Accademia del Teatro alla Scala, farà un vero e proprio viaggio nei luoghi verdiani, partendo dalla sede dell’Accademia – dove incontrerà Fabio Sartorelli, musicologo che illustrerà le opere verdiane – e seguendo poi il percorso storico che, partendo da via Santa Marta, in cui si trovava una delle dimore del Maestro di Busseto, raggiunge via Cesare Correnti, dove il compositore risedette dal 1839 al 1840; per arrivare infine al Teatro dal Verme, nella cui sala verrà trasmessa in diretta la Prima scaligera.

 

Anita Pezzotta

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...