Milano e le eccellenze creative

Il 28 ottobre scorso si è svolto il consueto Osservatorio Altagamma, annuale appuntamento che fotografa l’industria mondiale del lifestyle di eccellenza. Quest’anno si è aperto con la tavola rotonda “Milano e le eccellenze creative”, dove Milano è intesa come vetrina dell’intera produzione creativa italiana. “Abbiamo voluto integrare il tradizionale momento di riflessione sui mercati del luxury con un dibattito sulla promozione delle nostre eccellenze creative. Un tema centrale del nuovo Programma Strategico di Altagamma”, ha dichiarato in apertura dei lavori Andrea Illy, Presidente di Fondazione Altagamma. Patrimoni creativi, culturali e imprenditoriali da salvaguardare in un’ottica di sistema con consapevolezza, orgoglio e capacità comunicativa: una visione sulla quale si colloca perfettamente l’ideazione e la realizzazione di un brand per Milano. Un progetto ambizioso, ispirato da Altagamma, Camera della Moda, Cosmit e dall’Assessorato alle politiche per il Lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca del Comune di Milano.

Presenti alla tavola rotonda moderata da Severino Salvemini di Università Bocconi, Cristina Tajani, Assessore alle Politiche per il lavoro, Sviluppo Economico, Università e Ricerca del Comune di Milano, Andrea Illy, Presidente di Fondazione Altagamma, Mario Boselli, Presidente di Camera Nazionale della Moda Italiana, Claudio Luti, Presidente di COSMIT, Piero Bassetti, Presidente di Globus et Locus. Per l’Assessore Cristina Tajani “I risultati positivi fatti segnare nei diversi comparti, anche in un momento di congiuntura economica difficile come quella attuale, dimostrano come nel mondo vi sia una crescente domanda di eccellenza e di Made in Italy”. Sulla stessa scia anche Mario Boselli che, dopo aver plaudito all’iniziativa di Altagamma, ha sottolineato come la moda “certamente rappresenti la massima espressione dell’eccellenza. Camera Nazionale della Moda Italiana è lieta di partecipare con gli altri attori del sistema per il sostegno di Milano quale realtà e quale brand in grado di competere con successo con città del peso di Parigi e Londra, due vere capitali, e di New York che, se ben ci pensiamo, è per certi aspetti più di una capitale.” Per Claudio Luti fondamentale è fare sistema se si vogliono vincere le sfide sul piano internazionale e affermare il nostro sistema industriale, un po’ come fanno le altre città del mondo, anche e soprattutto in previsione di Expo 2015. E con riferimento a Milano ha affermato “la centralità di Milano è insita nella vitalità stessa della città, valorizzata dalle sue tante eccellenze dalla moda al design, dall’arte alla cultura, dalla formazione alla cucina”.

Il convegno è poi proseguito con la consueta presentazione del più completo panel di studi sull’andamento e sulle previsioni del segmento di alta gamma. In particolare, il Monitor Altagamma sui Mercati Mondiali realizzato da Bain & Company e Altagamma; il Consumo Tax Free in Europa, realizzato da Global Blue; il Fashion&Luxury Insight, realizzato da SDA Boccini e Altagamma; il Luxury Food&Beverage Insight, realizzato da SDA Bocconi e Altagamma; il Consensus Altagamma 2014, realizzato da Fondazione Altagamma con il contributo dei maggiori analisti internazionali specializzati.

 

Anita Pezzotta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...