Francesco Guardi in mostra a Venezia

In occasione del terzo centenario della nascita di Francesco Guardi (1712 – 2012), la Fondazione Musei Civici di Venezia dedica un’ampia retrospettiva – comprensiva di ricchi prestiti e di opere in alcuni casi esposte per la prima volta insieme – che testimonia la lunga e complessa parabola artistica di uno degli ultimi grandi maestri della pittura veneta.

Allestita nelle sale espositive poste al secondo piano del Museo Correr e curata da Alberto Craievich e Filippo Pedrocco, con la direzione scientifica di Gabriella Belli, la mostra sarà vistabile fino al 6 gennaio 2013.

Cinque le sezioni in cui si suddivide e che ripercorrono idealmente l’evoluzione artistica di Guardi, documentando, nel frattempo, i diversi generi in cui l’artista si è cimentato. Un itinerario tematico e cronologico insieme, che si sviluppa attraverso 121 opere, tra dipinti e disegni, scelte per la loro particolare valenza qualitativa e storica nell’ambito di un corpus assai ben più vasto ed eterogeneo, che spazia da quelle giovanili di figura – ispirate alla pittura di costume – ai dipinti sacri e alle prime vedute, dai paesaggi e capricci, in cui risalta la sua originalità rispetto agli altri maestri veneti, alle tele che immortalano feste e cerimonie della Serenissima, fino ad arrivare alle splendide vedute di Venezia negli anni della maturità. Un percorso artistico che vede protagonista uno stile sempre più libero e allusivo.

A corollario, al Castello del Buonconsiglio è allestito un approfondimento tematico sulle opere giovanili di Guardi dal titolo “Francesco Guardi nella terra degli avi. Dipinti di figura e capricci floreali”. Una mostra realizzata grazie ai preziosi contributi delle più importanti istituzioni museali italiane ed estere, tra le quali l’Accademia Carrara di Bergamo, la Gemäldegalerie di Berlino, il Museum of Fine Arts di Boston, la Fondazione Calouste Gulbekian di Lisbona, la National Gallery di Londra, il Museo Thyssen-Bornemsza di Madrid, la Pinacoteca di Brera e il Museo Poldi Pezzoli di Milano, l’Alte Pinakothek di Monaco, il Metropolitan Museum of Art di New York, il Musée du Louvre di Parigi, l’Ermitage di San Pietroburgo, le Gallerie dell’Accademia di Venezia e la National Gallery di Washington.

 

Anita Pezzotta

 

Francesco Guardi

Museo Correr, Venezia

Fino al 6 gennaio 2013

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...