Al via StartMilano

Pronti, partenza…via! Ha inaugurato ieri, giovedì 13 settembre, la settima edizione di StartMilano, network di eventi culturali che per dieci giorni animerà la vita mondana del capoluogo lombardo. Una coralità d’interventi che mai come in questo periodo suona intonata: in momenti di crisi, infatti, quel che conta è fare rete, studiare e realizzare momenti di condivisione, attivarsi al fine che le operatività si supportino a vicenda, unendo le rispettive competenze in una resa armonica che amplifica le abilità di ciascuno.

StartMilano trasforma la scena metropolitana della città, chiamando talenti contemporanei, attivi negli ambiti più disparati. Coinvolti, gallerie, musei, fondazioni, curatori e loro – gli artisti – per trasformare il debutto della stagione culturale autunnale in un vero appuntamento mondano. Dieci giorni d’inaugurazioni, mostre e presentazioni che sferzano una buona dose di energia e ottimismo, stimolando a vivere la dinamicità artistica di Milano.

Un fitto programma di appuntamenti, strutturato intorno a nuove aperture e a eventi speciali. Il 13 settembre hanno inaugurato, tra le altre, le gallerie Camera 16 Contemporary Art con una collettiva fotografica, Laura Bulian con il giovane russo Marat Raiymkulov, Le Case d’Arte con una installazione site specific di Rosemarie Trockel, Federico Luger con le sculture di Mattia Bosco, Nina Lumer, appena ribattezzatasi Nina Due, che ospita un group show di videoarte russa. Nel corso della stessa serata, lo Spazio Oberdan ha omaggiato Michelangelo Antonioni con “Il Grido”, “Blow Up” e “L’eclisse”, mentre alla Fabbrica del Vapore si susseguivano molteplici proposte, volte a soddisfare la clientela più esigente:  dalla collettiva di  studenti dell’Accademia di Brera al lavoro sonoro di Riccardo BaruzziEnrico Malatesta per FDV Residency Program, fino alla prima di S.A.V.E. Milan, progetto di  Ambra Pittoni e Paul-Flavien Enriquez-Sarano // Ze Coeupel a cura di that’s contemporary.

Da oggi, venerdì 14 settembre, sino al 23, si procede con una serie di inaugurazioni singole, tra cui l’attesissimo Anselm Kiefer da Lia Rumma (15 settembre), i classici Tadini e Balestrini alla Fondazione Marconi (18 settembre) e poi Rob Pruitt da Massimo De Carlo (19 settembre). 
Giovedì 20 una seconda tranche di vernissage, con una quindicina di proposte, tra cui Kristine Alksne da Riccardo Crespi, Matteo Fato da Jerome Zodo, Dan Perjovschi da Kaufmann Repetto e il progetto “Funding for Isola”, quarta tappa di Click or Clash?, alla Galleria Bianconi, in collaborazione con Isola Art Center: una mostra, ma anche un’indagine intorno a  nuove forme di sostenibilità culturale, sociale ed economica.

Per quanto concerne il versante istituzionale, quest’anno entrano in gioco l’Hangar Bicocca, con una installazione audiovisiva lunga oltre 50 metri di Carsten Nicolai e il Museo del Novecento, che per la serie “5×10 – Cinque Parole Per Un Decennio”, racconta gli anni ‘60 insieme a Sergio Bologna, mentre allo Spazio Streetstudio si proclama il vincitore del concorso di Street art Streetdors.

Chiusura in bellezza, sabato 22 settembre, con un (immancabile) party presso l’Istituto Svizzero, occasione durante la quale visitare la mostra di Fabio Marco Pirovino.

Che le danze abbiano inizio. Per un autunno milanese dell’arte e della cultura tutto da vivere.

 

Anita Pezzotta

 

www.startmilano.com

13-23 settembre 2012

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...