Flavio Lucchini e la società contemporanea

Flavio Lucchini: artista, ma anche art-director nonché personaggio che ha segnato in modo significativo il mondo dell’editoria, della grafica, della cultura e, solo in ultima istanza, dell’arte.

Studioso e cultore a tutto tondo, è ora protagonista della grande mostra antologica Sul sogno del corpo che “abita” nella città ideale di Sabbioneta, allestita a Palazzo Ducale di Sabbioneta, la “città ideale” in provincia di Mantova. Un omaggio all’opera di un concittadino illustre, che ha varcato i confini nazionali senza dimenticare le origini mantovane. La società contemporanea, soggetto principe dei lavori di ricerca di Lucchini, entra prepotente nel Palazzo, con installazioni site-specific in totale armonia con le antiche stanze e le tracce del passato – riscontrabili in ogni dove – che ancora lo animano.

Un talento scoperto in giovane età – sui banchi di liceo – quello di Flavio Lucchini per il disegno: un’inclinazione arricchita e avvalorata da un innato interesse per l’arte e le avanguardie. Una passione che si consolida negli anni, complici gli studi alla facoltà di Architettura a Venezia e all’Accademia di Brera, fino a diventare il lavoro di una vita, cesellato giorno dopo giorno da perfezionamenti stilistici, conoscenze tematiche e raffinamenti estetici. Un approccio innovativo, quello utilizzato da Lucchini, che trova validazione nell’invenzione di nuove formule editoriali, che lo portano negli anni a creare testate di grande influenza nel campo della moda, a partire da Fantasia e Amica, per arrivare a Vogue Italia, L’Uomo Vogue e tutti i titoli del gruppo Condé Nast, ecc.

L’estro e la curiosità di Lucchini sono in continuo fermento, tanto che negli anni ’90, all’apice della carriera editoriale, la passione per l’arte prende il sopravvento, spronandolo a intraprendere la ricerca estetica. Le conoscenze fino ad allora acquisite diventano la chiave di lettura per questa sua nuova avventura, in un’ideale commistione di forme di sapere, arti espressive e cenni figurativi. L’abito femminile, l’oggetto intorno al quale per tanto tempo ha costruito riviste di successo, diviene così lo strumento d’indagine e riflessione in una visione della moda che trascende dal tempo limitato cui è destinata per definizione.

La mostra Sul sogno del corpo che “abita” nella città ideale di Sabbioneta, a cura di Anna Vergine e Gabriele Fallini, ripercorre le tappe del percorso artistico di Flavio Lucchini con le opere – dipinti, altorilievi, sculture, quadri digitali – realizzate dai primi anni ’90 ad oggi. Dipinti, altorilievi, sculture, quadri digitali sono inseriti nelle sale e ad esse collegate attraverso un sottile filo logico-estetico che permette di gustare nel contempo le une e le altre: la forza della contemporaneità, la bellezza della classicità.

Con eleganza, ironia e lungimiranza, Lucchini attraversa gli anni, sperimentando tecniche e materiali: dai post-pop Fashion-Luna Park rilucenti di paillettes ai Toys di legno o metallo multicolore; dai deificati Totem di acciaio cor-ten alla serie di pale e sculture Gold in foglia d’oro ai sofisticati Dress-Memory in resina catalizzata; dai grandi Ghost madreperlati alle ingenue Dolls di resina colorata, fino ad arrivare ai Flowers di poliuretano rivestito, alle Faces, ritratti a rilievo in gesso alleggerito e agli ultimi lavori digitali, con burqa e abaya che toccano un tema di grande attualità.

Qualunque sia la vena artistica piuttosto che l’ispirazione alla base dei suoi lavori, Lucchini non si distacca mai da quell’universo femminile che nasconde sopra o sotto l’abito mille implicazioni. Eccezion fatta per gli ultimi lavori digitali. Con uno sguardo ormai pago di moda, disincantato quel tanto che basta, Lucchini pone al Louvre o immagina in Paradiso icone contemporanee come i grandi goleador o star mitizzate come Monica Bellucci; reinterpreta in chiave provocatoria le immagini sacre che ornano le chiese; immagina la città del futuro sulla base dei grattacieli di Dubai.

 

Anita Pezzotta

 

Sul sogno del corpo che ‘abita’ nella Città Ideale di Sabbioneta

Palazzo Ducale –  Città di Sabbioneta (MN)

23 settembre – 28 ottobre 2012  

 

Inaugurazione: Teatro all’Antica, Sabato 22 settembre ore 18.00

Orari di apertura di Palazzo Ducale: 9.00 – 13.00; 14.30 – 18.30; chiuso: Lunedì

 

www.flaviolucchiniart.com

Pubblicità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...